Tra giustizialismo e ipocrisia

A Milano la Direzione Distrettuale Antimafia sta muovendo l’accusa di associazione mafiosa,abuso di ufficio,finanziamento illecito ai partiti e corruzione, e la spartizione di appalti pubblici,nei confronti di politici,amministratori locali e imprenditori di Lombardia e Piemonte. Quarantatré le misure di custodia cautelare eseguite da Carabinieri e Guardia di Finanza,di cui dodici in carcere e sedici agli arresti domiciliari. Tra gli arrestati  vi sono il consigliere del Comune di Milano,e vice coordinatore regionale di Forza Italia,Pietro Tatarella e il forzista Fabio Altitonante,con delega alla  Expo di Milano. La Procura ha chiesto poi alla Camera l’autorizzazione a procedere all’arresto nei confronti di un altro deputato di Forza Italia,Diego Sozzani,per finanziamento illecito ai partiti. In Calabria una nuova inchiesta della Procura sulla gestione degli appalti pubblici. L’indagine condotta dalla Procura di Catanzaro,riguardante una ventina di persone,tra le quali vi sono politici di primo piano. Tra questi il Presidente della Regione Calabria,del PD,Mario Oliverio,il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto,esponente di Forza Italia e candidato alla presidenza della Regione.Seguono poi Nicola Adamo,ex consigliere regionale e vicepresidente della Giunta. Oltre a Luca Marrone,figlio del consigliere regionale Ennio Morrone,passato da Forza Italia al gruppo misto. In Sardegna si è avuta notizia della condanna a tre anni e tre mesi della PD Francesca Barracciu,per distrazione di fondi regionali .La stessa era stata condannata a quattro anni per peculato nell’ambito della gestione dei fondi destinati  ai gruppi politici presenti nel Consiglio regionale della Sardegna.Prosciolta in appello. Lasciamo perdere Silvio Berlusconi che non si è mai proposto di fare la guerra alla corruzione all’interno di Forza Italia,ma certo non è un buon viatico vedere il fratello del Commissario Montalbano,Nicola Zingaretti,vederlo sorvolare alto sullo scandalo che ha visto il tesoriere del PD Nicola Zanda sostituire il precedessore Bonifazi,per finanziamento illecito ai partiti (il suo !!)  e false fatturazioni. E certo non avrà vita facile se vorrà realmente ripulire il suo partito.La soluzione di tutti i problemi amministrativi del Partito Democratico secondo Zanda e il nuovo Segretario di Partito?  Aumentare le indennità parlamentari,lo stipendio dei parlamentari,passando da tredicimila euro a a ventimila.Proposta subito ritirata dopo l’alzata dei scudi del M5S,che nel frattempo avevano bisogno di cavalcare qualcosa che li riportasse ai livelli delle Politiche.A questo punto,il PD di Zingaretti e Zanda,con le casse vuote e alla disperazione economica,provarono una tantum di novantamila euro ai gruppi parlamentari .Attenderanno la fine legislatura per proporlo oppure un mille proroghe se,come sembra essere,la situazione  a tutti questi gruppi di parassiti definiti partiti o movimenti ? La politica italiana è un vero letamaio.

Aldo A.

5 commenti su “Tra giustizialismo e ipocrisia”

  1. Oggi il presidente Mattarella e’andato ad Amatrice con il solito codazzo. Nessuno che però dica cosa e’ stato fatto e,soprattutto,non fatto. Una zona sismica dove non vi erano case antisismica. Dove un campanile di mille anni fa è rimasto praticamente in piedi mentre le case costruite pochi anni prima sono miseramente crollate. Una zona alla quale il governo Renzi ha stornato fondi per impiegarli con i clandestini/migranti. E ogni volta a batter cassa dopo aver belato senza uscir mai dallo steccato.Questa sottomissione ruffiana alla politica,questo inseguire con il piattino in mano il potente di tutto,mi fa veramente schifo e ci rende corresponsabili.

  2. L’ipocrita sindacalista Furlan parla di lavoro che non c’è dimenticando che i suoi 30 mila euro mensili finiscono direttamente nella voce “costi sindacali” che poi finiscono per appesantire il “costo del prodotto finito da commercializzare. I sindacalisti in pratica più che “lavoro” portano “disoccupazione”.

  3. Dai Grillini a Forza Italia del cavaliere mascarato per far fuori la Lega di Salvini e perdere definitivamente la nostra indipendenza e dignità di popolo,seppure pecorone. Darci una possibilità con Piero,oltre che un diritto per noi è un diritto per i nostri figli e nipoti.

  4. Saviano a proposito del carabiniere ucciso:”orrida propaganda razzista “. spero che arrivi presto”l’orrida propaganda razzista” anche per lui e per quelli che la pensa a nella stessa maniera.

  5. Ogni volta che Silvio Berlusconi minaccia la sua nuova discesa in campo nella politica nazionale,istintivamente controllo se ho ancora il portafoglio in casa. Così come quando Prodi minaccia di aiutare l’Italia a tornare a crescere. Ci sono poi i “giovani” che come Renzi vogliono aiutare gli amici della UE a fare la scarpetta con quel poco che ci rimane del made in Italy non ancora finito in mano straniere.C’è poi il M5S del Bambinello napoletano,Di Maio che ancora non sa cosa farà da grande.c’è poi il solito Papa argentino che “accoglie” a Rocca di Papa,che poi è in Italia,ad un tiro di schioppo da Roma,discarica a cielo aperto d’Europa. E noi a belare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.