Una Storia in Breve per Pensare

La Polizia ha arrestato un pericoloso terrorista Marocchino, combattente Jihadista, ricercato quale Combattente nelle File dell’Isis. Una Figura Segnalata già dai nostri Servizi Segreti nel 2012, con un curriculum di tutto rispetto, ampio e inquietante, quello del 29 enne Marocchino, attivo nella trincea Siriana prima, e quella di Al Nusra  poi, dove ha ricoperto il Ruolo di Responsabile Militare. Un Latitante che la nostra Polizia ha arrestato a Lago, in Provincia di Salerno, al termine di una Indagine Vasta e complessa, che ha coinvolto l’Antiterrorismo, Digos di Napoli e Salerno, Servizi Segreti Interni, e quelli del Marocco. Nei confronti del Terrorista Islamico, che ora si trova nel Carcere di Salerno, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in Attesa c’è anche un Mandato di Cattura che il Procuratore Generale della Corte di Appello di Rabat, in Marocco, il 28 Giugno di quest’anno, che poi aveva Esteso a Livello Internazionale l’8 Luglio per “Associazione a Delinquere Finalizzata alla Preparazione e alla Commissione di Atti di Terrorismo, Detenzione Illegale di Armi da Fuoco. Tutto questo era Finalizzato alla Raccolta Fondi  per il Finanziamento di Atti di Terrorismo”. Una vasta operazione di  “Bonifica del Nostro Territorio”, che ha anche lo Scopo di Mettere in Sicurezza il Nostro Territorio, il nostro Paese. Non Ultimo il Terrorismo che usa i Barconi e le ONG come taxi per Terroristi, oltre che Delinquenti Comuni, che in pericolosità non sono da meno. Una Situazione questa che dovrebbe Stimolare un più attento controllo  del Territorio Nazionale. Ma questo è veramente quello che vogliamo ?

Aldo A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.