Terremoto umbro

Quasi sei milioni di euro per i due alberghi di proprietà del candidato presidente della Regione Umbria dell’asse PD-M5S Bianconi.  Quasi sei milioni di euro per gli alberghi da ristrutturare sono i soldi attinti dalle casse pubbliche da versare al Gruppo Bianconi,a cui aggiungere i costi di ristrutturazione necessaria visto lo stato d’uso degli immobili stessi. Gli unici due decreti del dopo sisma firmati sono quelli per gli alberghi di Vincenzo Bianconi,proprietario delle due strutture ma anche candidato presidente alla Regione Umbria per il PD e il M5S . La notizia emerse dopo il Consiglio comunale proprio grazie all’interrogazione del gruppo di opposizione di area PD,che accese così un faro sul proprio candidato regionale,proprietario per l’appunto delle due strutture ricettive. Le uniche due su ventisette candidate che sono riuscite ad ottenere quasi sei milioni di euro per la ricostruzione. Le pratiche vagliate dal Comune di Norcia sono state per 80 per cento appannaggio del candidato democratico e grillino. In base ai forniti dal Comune emerge che su ventisette attività ricettive rimaste in piedi dopo il sisma del 2016,solo tre alberghi hanno chiesto e ottenuto i permessi. I casi della vita. Di questi gli unici due che al 30 settembre hanno in tasca i decreti dell’ufficio speciale per la ricostruzione con i fondi in danaro definiti,certi,sono quelli di proprietà del gruppo di Vincenzo Bianconi,candidato alla presidenza della Regione Umbria per l’asse PD/M5S. La notizia è arrivata dopo il Consiglio comunale del 30 settembre di quest’anno. Questo sisma che ha sconvolto Marche,Umbria,Lazio e Abruzzo. Da allora,secondo i dati della Protezione Civile,aggiornati al 23 agosto 2019,oltre 38 mila persone/famiglie prendono ancora il contributo per l’affitto e attendono un alloggio sostitutivo. Almeno 80 mila domande devono essere ancora presentate. Da Tolentino a Castelluccio,tra case prefabbricate che non arrivano,e altre senza i servizi,le famiglie si sentono lasciate a loro stesse,abbandonate. Il Commissario scarica le colpe ad una non meglio precisata “cattiva gestione” ,mentre Legambiente spara ad alzo zero affermando che “la colpa è della politica”. A Castelluccio di Norcia le soluzioni abitative di emergenza consegnate a fine agosto sono inutilizzabili perché molte di loro mancano di di energia elettrica,acqua,riscaldamento e molte famiglie e anziani vivono ancora nei container. In tutto quasi 50 mila persone tra Marche,Umbria,Lazio e Abruzzo sono tuttora fuori dalla propria abitazione,tra prefabbricati (S.A.E.),alberghi  o in affitto con il contributo dello Stato. Di questo passo,,per il Commissario straordinario,per vagliare tutte le domande di alloggio sostitutivo ci vorranno di questo passo quasi ottanta anni. Se si viaggia tra i luoghi del terremoto ,da Accumuli a Arquata,saltano all’occhio soprattutto le macerie . Sono oltre due milioni di tonnellate le macerie da smaltire. Di queste 220 mila tonnellate sono soltanto nel Lazio. Secondo il Commissario il rallentamento dello smaltimento è dovuto al fatto che i proprietari  vogliono essere presenti quando vengono recuperati gli effetti personali,prima dello spostamento delle macerie. Ma sulle migliaia di sfollati pesa soprattutto la lentezza della ricostruzione. Molti paesi verranno ricostruiti altrove. La difficoltà principale risiede nelle diverse istituzioni coinvolte ai vari livelli che semplicemente non dialogano tra di loro. L’arte,i monumenti,vero volano dell’economia turistica degli Appennini,insieme alla ricostruzione abitativa,potrà e dovrà essere momento di rinascita economica e sociale. Ma tutto questo si scontra con un dato oggettivo,ovvero che in tre anni sono state presentate soltanto 11.230 richieste di contributo alla ricostruzione nel privato,2.788 delle quali accolte. Mancano ancora 114 mila schede di agibilità e danno. Di questo passo ci vorrà  un secolo per smaltirle tutte. Per la ricostruzione si stima una spesa di ventidue miliardi di euro,quelli stanziati circa due. Ad oggi,denuncia l’Osservatorio Sisma ,non esiste un monitoraggio complessivo della raccolta e della gestione delle macerie. E buonanotte ai suonatori di flauto che sono al Governo,e che lo erano anche prima ma che hanno cambiato compagno di viaggio,che si sentono come la maestrina dalla penna rossa.

Aldo A.

3 commenti su “Terremoto umbro”

  1. L’unico vero motivo dell’esistenza di questo governo e’ quello di nominare il sostituto del Papa re che sostituirà i due Presidenti magistrati con delega alla dittatura.

  2. Il sondaggio commissionato dalla trasmissione televisiva ‘Carta bianca’ di Bianca Berlinguer sta terrorizzando la sinistra e il M5S,risultando così il migliore collante possibile di questa maggioranza. Fratelli d”Italia sale all’8,7 per cento, la Lega di Salvini tiene come primo partito con 30,5 per cento,Forza Italia sale all’8,1 per cento. Questi sono i risultati del sondaggio commissionato dalla trasmissione televisiva ‘Carta bianca’ di Bianca Berlinguer. Quale migliore collante possibile se non vedere la fotografia della tua morte politica? Questo è il perché di tanti attacchi di Di Maio al suo ex alleato Salvini.

  3. La rassegna stampa di Mediaset e’ stata fatta da una giornalista del gruppo Caltagirone e i giornali interessati maggiormente sono del predetto gruppo e quello di Repubblica. E’ evidente che Berlusconi tifa per un Governo Mario Draghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.