I numeri cantano

In Italia diminuisce la popolazione complessiva ma aumenta quella straniera. Questo è il dato che emerge dal Rapporto Annuale dell’ISTAT, che rivela come al Primo Dicembre 2019 la popolazione censita sia inferiore ai 60 milioni di residenti, per la precisione 59.641.488,con un calo di circa 175 mila persone rispetto ai dati forniti dal Rapporto dell’Anno precedente. La caratteristica interessante dell’Indagine del nostro Istituto di ricerca è che mentre la popolazione complessiva scende, quella straniera aumenta. Nel 2019 è stata infatti superatala quota di 5 milioni di cittadini stranieri, per la precisione 5.039.637, con una crescita di 43.480 persone rispetto al 2018. L’aumento è ancora più evidente se si guardano i dati dal 2001 al 2019. Negli ultimi 18 anni, dati certi, la popolazione straniera in Italia è cresciuta di 3,7 milioni di individui. Tuttavia, nonostante questa considerevole crescita, la popolazione complessiva, italiani, stranieri che hanno ottenuto la nostra cittadinanza, la popolazione complessiva risulta comunque in calo. Nel 2019 il “peso” della popolazione straniera è stato di 8,4 individui ogni cento censite. I dati definitivi del 2018 e del 2019, del “Censimento Permanente della Popolazione  e delle Abitazioni” rivelano inoltre che l’età media degli stranieri è più bassa di 11,5 anni di quella degli italiani, 34,7 anni contro i 46,2 anni del 2019. Un altro dato interessante che viene fuori dal Rapporto del nostro Istituto di Ricerca  è che c’è la prevalenza di donne, sia nel computo complessivo che tra la popolazione straniera. Nel 2019, infatti, le donne censite in Italia sono state in tutto 30.591.392 ,oltre 1,5 milioni  degli uomini, il 51,2 per cento numero complessivo. Nella popolazione straniera la percentuale sale leggermente, arrivando al 51,7 per cento. E stiamo parlando del 2019, quando ancora non erano stati spalancati i portoni del Governo Conte Bis, con il via vai   dell’ultimo anno dalle coste tunisine, con le ONG ,la Caritas e il Vaticano di Bergoglio a fare affari d’oro. E noi  italiani, quelli veri, quelli sempre di meno, a belare come pecoroni.

Aldo A.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.