E’ tutta una caciara

“E basta, adesso decidiamo . E’ la Capitale d’Italia, mica Zagarolo”. Ad esordire con queste infelice frase è stato Carlo Calenda, sbottando contro i ritardi del Centrosinistra nella scelta del Candidato Sindaco di Roma. Questa uscita mirava a suscitare ilarità, che però non è stata presa benissimo dalla Prima Cittadina del Comune di Zagarolo, alle porte di Roma. “Una persona che sta per candidarsi a Sindaco di Roma dovrebbe sapere  che Zagarolo fa parte dei 121 Comuni che compongono la Città Metropolitana di Roma”, ha detto Emanuela Panzironi, che per altro , come Prima Cittadina  del Comune,  guida un’Amministrazione di Centrosinistra. “Seguo con molto interesse Carlo Calenda, ma questa volta è stato poco carino”, ha sottolineato Panzironi . Un Candidato che intende presentarsi quale Candidato a Sindaco di Roma, la Capitale d’Italia, avverte la Panzironi, dovrebbe stare attento a citare in maniera dispregiativa i Comuni che ne costituiscono la Città Metropolitana. Roma nn è Zagarolo, ma certamente i problemi della Capitale non possono essere messi in relazione  a quelli di un Comune di circa 20 mila abitanti” , ha ricordato la Prima Cittadina del Comune di Zagarolo. Quindi, ha proseguito la Panzironi, “mi sarei aspettata una citazione positiva da un’Aspirante Amministratore del Comune di Roma. Magari Calenda potrebbe trovare in Zagarolo quel Laboratorio Politico che ha portato la mia Amministrazione a vincere con il Centrosinistra Unito ad ottobre passato. Oppure, ci venisse a trovare, potrebbe fare tesoro della miriade di Associazioni e gruppi di Cittadini che rappresentano quello straordinario tessuto sociale che fa di Zagarolo una città ricca di eventi artistici e culturali”. Per poi continuare con ” Zagarolo non è la Capitale, ma potrebbe essere meglio, in termini di qualità ella vita. Invito sin da subito Carlo Calenda a venirci a trovare per assaporarne la Storia e l’Arte di Palazzo Rospigliosi, le chiese  disseminate sul territorio, e del “Piccolo Colosseo” , “Il Tondo”, che non sarà la Capitale d’Italia, ma per noi è la Capitale del Mondo”.  E con questo anche Carlo Calenda, aspirante Sindaco di Roma, è stato sistemato. Speriamo che i Cittadini Elettori di Roma faccino il resto.

Aldo A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.